Informazioni sulla professione - Associazione Culturale Alfabeto del Mondo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni sulla professione

Percorso giuridico immigrazione

«Lavorare in tribunale è stimolante come partecipare a un safari, il Tribunale di Cagliari è una giungla da esplorare! Ogni udienza è un'avventura e nonostante i corsi ACAM e il relativo tirocinio ti abbiano preparato esaustivamente ad affrontare disguidi di ordine pratico e non, ogni volta l'emozione è tanta! Il ruolo dell'interprete è fondamentale per far conoscere al giudice la verità; per questo serve impegno, serietà e anche in po' di sangue freddo. La soddisfazione di sapere che senza il tuo lavoro quella udienza non avrebbe potuto avere luogo, non ha prezzo! Per tutto il resto ci sono i corsi ACAM!»

Elisabetta Meloni

«Il lavoro dell’interprete in Tribunale è un lavoro di grande responsabilità e deve essere svolto con serietà e coscienza. La prima cosa che ci viene insegnata al corso è che l’interprete in udienza è la voce del Giudice, in quanto tale non deve aggiungere né omettere nessuna parte delle domande poste e delle risposte ricevute e deve essere assolutamente imparziale.  Questa rigidità nel lavoro però non deve spaventare o scoraggiare anzi … Personalmente trovo che questo lavoro sia molto bello e gratificante, sia da un punto di vista professionale sia umano. Mettere a disposizione di altre persone come i Giudici le proprie conoscenze e capacità nell’esprimersi in altre lingue, dà la possibilità di mettere in pratica ciò che spesso è solo teoria. Questo è un lavoro che permette di far diventare la propria passione un lavoro a tutti gli effetti e che da tante soddisfazioni. Lavorare in Tribunale come interprete non è per niente monotono, anzi al contrario, è un lavoro che arricchisce continuamente perché ogni interpretazione è unica e irripetibile e ha sempre qualcosa da insegnare per migliorarsi sempre nella professione»

Simonetta Picciau

«L’interprete è una figura professionale che consiste nel tradurre un dialogo o dichiarazioni in tempo reale al Giudice per far sapere al Giudice la verità. Con il corso di interprete diventa più facile praticarla perché ti consente di simulare delle audizioni durante il corso, quindi ti prepara in maniera adeguata per praticare questa professione. Il corso ti dà la chiave perché ti racconta tutto quello che succede durante l’audizione perché un bravo interprete non è quello che conosce bene le lingue straniere, ma un bravo interprete deve sapere anche come comportarsi durante l’audizione, deve cercare sempre la neutralità e deve essere puntuale, deve sapere come comportarsi con il Giudice. Queste cose importanti ti verranno insegnate durante il corso e nelle simulazioni delle audizioni che si fanno durante il corso e durante il tirocinio»

Aziz Khouadri

«Quasi un anno fa ho seguito il corso per interpreti presso l’Associazione Culturale Alfabeto del Mondo e successivamente ho svolto il tirocinio formativo. Dopodiché, ho cominciato a fare l’interprete e il traduttore in Tribunale dando così inizio ad una magnifica esperienza. Attualmente faccio sia l’interprete che il supervisore e, nonostante sia una professione ancora sottovalutata, ogni giorno io e miei colleghi cerchiamo di dare del nostro meglio affinché venga riconosciuta l’importanza di questa figura in ambito giuridico. La strada da fare è ancora lunga, ma posso dire di aver avuto grandi soddisfazioni sia sul piano personale che su quello professionale»

Sergio Chub

«Il mestiere dell'interprete prevede una forte componente pratica a una necessaria componente teorica. Ma non bisogna considerare la pratica solo dal punto di vista di esperienza professionale; infatti, l'interprete in ambito giuridico si trova ad affrontare quotidianamente situazioni molto stressanti (sia a livello emozionale che fisico), delicate e di grande responsabilità, anche umana. Le simulazioni pratiche che si tengono durante i corsi per interpreti servono proprio a ricreare in un ambiente "protetto" le stesse situazioni che si andranno poi a generare durante udienze e audizioni. La presenza durante le simulazioni di Giudici che si occupano realmente della materia, poi, fa sì che la pratica sia il più realistica possibile. Il corso, quindi, offre una formazione "classica", teorica, e una formazione "sul campo", per capire come funziona il mondo delle udienze, ma anche per conoscere,  testare e superare i propri limiti come interprete e traduttore»

Irene Contini

«Nella mia esperienza come interprete di lingua inglese nella sezione civile del Tribunale di Cagliari, ho rilevato alcune problematiche che penso sia il caso di sottolineare.
Prima di tutto, il fatto molto importante che l’inglese usato dal ricorrente non è l’inglese che siamo abituati a sentire durante il corso di inglese, alla televisione, a scuola, o se parliamo con persone di madrelingua inglese.
Quindi il primo “trauma” è sentire il richiedente asilo che inizia a parlare e renderci conto che non è semplice come pensavamo capirlo. Molti vengono dalle colonie inglesi e usano termini che oramai sono in disuso o si esprimono con il broken English.
Io sono stata un po’ facilitata dal fatto che ho vissuto in Africa e mi aspettavo che l’inglese fosse un inglese “africanizzato”. Sono stata aiutata anche dall’aver seguito il corso di Interpreti e traduttori in ambito giuridico presso l’Associazione Alfabeto del Mondo, dove eravamo stati preparati al fatto che avremmo potuto sentire parole particolari pronunciate in modo molto diverso da quello che conosciamo ed avremmo avuto difficoltà a capirne il significato e poi eravamo stati preparati anche al fatto che alcune parole hanno un diverso significato rispetto a quello che noi conosciamo in inglese.
E’ stato molto importate sapere quali difficoltà avremmo potuto incontrare, prima di iniziare»

Maria Cristina Cabras

Essere un interprete ed un traduttore e' un lavoro di grande responsabilità , in ogni settore . Essere un interprete ed un traduttore e svolgere questa professione per il tribunale lo e' maggiormente . A noi viene affidata la responsabilità assoluta di dare voce alla verità delle parti in causa . Siano esse giudici , imputati , testimoni . Noi siamo dei tecnici il cui operato deve essere svolto in nome della legge . Un nostro errore anche minimo , potrebbe cambiare il corso della giustizia . Si evince quindi quanto questa professione sia bellissima ed indispensabile . Per svolgerla al meglio e' assolutamente necessario un approccio pratico oltre che teorico . Il corso per interpreti ACAM fornisce quegli strumenti pratici indispensabili affinché la professione venga svolta in maniera impeccabile secondo i criteri stabiliti dalla normativa . Un corso per interpreti e traduttori che non preveda un approccio pratico non può formare i professionisti del settore in questione . La forza dei corsi ACAM consiste appunto in questo : istruire  sul campo i futuri tecnici del settore per un corretto approccio alla professione . Ringrazio moltissimo ACAM per avermi fornito questi strumenti pratici indispensabili .

Floriana Ancis

 
Torna ai contenuti | Torna al menu