Anno scolastico 2011 - Associazione Culturale Alfabeto del Mondo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Anno scolastico 2011

Mediatore Interculturale

Graduatoria di ammissione al corso di mediatore linguistico e interculturale anno scolastico 2011/2012
Scarica file elenco docenti mediatore culturale
Scarica il regolamento

programma svolto primo modulo

programma svolto secondo modulo

programma svolto terzo modulo

programma initinere del quarto modulo


Presentazione IV e V modulo del corso per mediatore interculturale



corso di mediatore linguistico e culturale


frequenza ogni sabato dalle 8,30 alle 13,30, ogni modulo dura 12 settimane, durata complessiva del corso  60 settimane- 450 ore

Alfabeto del Mondo è una associazione multiculturale, il 50% dei soci sono stranieri. Abbiamo una lunga esperienza nell'insegnamento delle lingue e culture di altri popoli e  in questo ambito mettiamo a disposizione la nostra esperienza e competenza per fornire un servizio sociale, atto alla  formazione della figura di mediatore linguistico e culturale.corso è senza fini di lucro. Le persone socialmente svantaggiate saranno inserite , gli altri partecipanti verseranno una quota di autofinanziamentoper coprire le spese di gestione.


Mediatore Culturaleè un operatore in grado di svolgere la funzione di mediazione linguistica e soprattutto di orientamento culturale. Il suo compito è quello di decodificare valori, modi di pensare e di interpretare il mondo, comportamenti e stili di vita. Il mediatore interculturale utilizza le proprie conoscenze linguistiche e culturali e la propria capacità relazionale ed empatica per meglio interpretare ed esprimere le caratteristiche e i bisogni degli stranieri: si pone da "ponte" tra gli immigrati stranieri e i servizi e/o popolazione del Paese di accoglienza.

Il mediatore culturale è un operatore capace di di ricercare punti di contatto e di comunicazione tra extracomunitari, cittadini italiani, istituzioni pubbliche. Il Mediatore culturale svolge primariamente un'attività di mediazione nei rapporti tra il paese di origine e la realtà economica, in particolare nelle relazioni con istituzioni educative (scuole, associazioni), sanitarie (ospedali, servizi sociali), giudiziarie (carcere, tribunali), amministrative (comuni, province), produttive (aziende). In tale ambito è una figura professionale il cui contributo appare, soprattutto in forza dei nuovi scenari etnici degli ultimi anni, imprescindibile dal momento che l'immigrazione è un fenomeno strutturale, diventando parte integrante del tessuto sociale che compone la vita quotidiana della Sardegna.

svolgimento delle sue funzioni:

favorisce la comunicazione tra l'utenza straniera e le istituzioni; condizioni di pari opportunità nell'accesso ai servizi; la conoscenza delle culture degli immigrati e il mantenimento della loro identità - culturale;
facilita la comprensione delle problematiche attinenti a realtà culturali diverse.
occupazionali:
Insegnamento della lingua italiana agli stranieri.amministrazione: anagrafe, uffici di relazione con il pubblico, centri per l'impiego,
   uffici speciali per l'immigrazione;
settore socio - sanitario: ospedali, consultori, servizi di informazione socio-sanitaria,
   servizi di prevenzione e riduzione del danno;
pubblica sicurezza: uffici stranieri delle Questure, Commissariati, Centri di accoglienza temporanea; per l'integrazione: integrazione socio-culturale, mediazione abitativa,
  corsi per l'apprendimento della lingua,  servizi per l'integrazione tra "autoctoni" e immigrati;
scuola;
strutture socio-assistenziali pubbliche e private: centri di prima accoglienza,
servizi di sostegno extracarcerari, istituti per minori.
programma didattico è redatto ai sensi delle linee di indirizzo per il riconoscimento della professionale del mediatore interculturale, redatto dal Gruppo di Lavoro istituzionale la promozione della mediazione interculturale, in data 21 dicembre 2009

formativo:2011/2012Progetto formativo:450 ore suddiviso in 5 moduli da 90 ore ciascuno, ogni modulo prevede 60 ore di teoria e 30 ore di stage formativo.Stage:150  (presso Associazione Alfabeto del Mondo)
: insegnanti, mediatori, funzionari, giuristi in possesso di esperienza pluriennale nelle materie di insegnamento, la maggior parte dei docenti sono madrelingua araba, cinese, francese, spagnola, russa, portoghese, slava, polacca, rumena, giapponese, ecc.
DIDATTICA:

Lo studio teorico è sempre completato con un  l'approccio pragmatico alla materia mediante numerose esercitazioni. Il modulo linguistico è stato strutturato appositamente con un continuo cambio di lingua per abituare i partecipanti ad avere un approccio contemporaneo a più lingue e culture. Per far acquisire maggiore competenza sono previste numerose esercitazioni pratiche.
DELLE LEZIONI:

nel limite dei posti disponibili sarà consentito il recupero delle lezioni perse nel corso iniziato in data successiva a quello di riferimento.
DIDATTICO:
Ogni modulo prevede la consegna del materiale didattico espressamente predisposto per il corso, il cui costo è già compreso nella quota di autofinanziamento.

STAGE FORMATIVO:
lo stage formativo si svolgerà nei giorni liberi dal corso (cioè dal lunedì pomeriggio al sabato mattina) e potranno essere concordati giorni e orari. A scelta del partecipante lo stage formativo potrà essere effettuato a fine corso.


Scarica l'elenco docenti del corso di Mediatore Linguistico ed interculturale anno scolastico 2011 - 2012


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu