Presentazione corso - Associazione Culturale Alfabeto del Mondo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Presentazione corso

Percorso giuridico immigrazione

Domande frequenti corso interpreti traduttori
Modulo  iscrizione 2017 seminari interprete


PRESENTAZIONE corso interpreti e traduttori in ambito giuridico

Un corso per diventare mediatore culturale e interprete e traduttore in ambito giudiziario. Ovvero, quel professionista in grado di aiutare le persone straniere coinvolte nei processi a meglio interfacciarsi con il sistema giudiziario e conoscere il contesto sociale e civico del nostro Paese. Per formare questa figura professionale sempre più richiesta l'Associazione Culturale Alfabeto del Mondo inaugura un percorso di specializzazione organizzato in collaborazione con il Tribunale di Cagliari.
“Il corso si propone di formare una figura specializzata, al momento inesistente sul territorio, fornendo gli strumenti giuridici e culturali utili alla professionalità del mediatore culturale ed interprete in ambito giudiziario – afferma la dott.ssa
Eleonora Giardino, coordinatrice del servizio di interpretariato in ambito giuridico - è un progetto interdisciplinare che vuole rispondere sia alle esigenze della giustizia, di un corretto svolgimento del processo attraverso una puntuale traduzione del linguaggio tecnico, sia ad esigenze culturali e sociali di promozione della responsabilità attraverso il lavoro della mediazione. La mediazione interculturale, rappresenta, infatti, una delle possibili strade per progettare e migliorare l’integrazione, in linea con i mutamenti sociali e le difficoltà ad interagire con mondi distanti. La mediazione culturale, pur non nascendo necessariamente dal conflitto, può contenerlo come soluzione rischiosa di relazioni intergruppo, per cui il mediatore deve essere in grado di aiutare le persone di culture diverse a confrontarsi, diventando agente di cambiamento attraverso una facilitazione della comunicazione, con la finalità di restituire a ciascuna delle parti la responsabilità della cultura di appartenenza in interazione con  le   altre”.
Questo nuovo percorso di formazione si inserisce nell’offerta del corso di mediazione interculturale, che Alfabeto del Mondo eroga da 5 anni su autorizzazione del Ministero del Lavoro.
L'Associazione attenta i mutamenti della società contemporanea e del mondo del lavoro  ha ampliato la struttura di nuovi percorsi di studio che rispondano alle esigenze di un contesto sempre più multiculturale, attraverso corsi fortemente professionalizzanti. In sinergia con il tribunale e con l’Università di Cagliari (Facoltà di Lingue e Culture per la Mediazione Linguistica), questa iniziativa è stata sviluppata considerando non solo l’aspetto linguistico, ma anche quello culturale. – ha spiegato
Eugenia Maxia, Presidente di Alfabeto del Mondo – Il mediatore è quindi una figura che fa da tramite tra due culture diverse e con specifiche competenze tecniche in ambito giuridico, in particolare del processo penale, risponde alle esigenze della società multietnica in cui viviamo. Attraverso la traduzione corretta, tanto nella forma quanto nella sostanza, di quanto accade nel processo, gli assistiti stranieri vedono garantiti appieno i loro diritti, mentre la mediazione culturale effettiva viene garantita una concreta   integrazione”.
Il mediatore si presenta quindi come una figura dalla formazione interdisciplinare. Questo corso di perfezionamento è il risultato di una proficua collaborazione tra gli esperti di area linguistica e  quelli   di   area   giuridica,   scaturita   a   seguito   di   appositi   protocolli   di   collaborazione   stipulati   con   Alfabeto del Mondo, gli Enti Giudiziari e la Facolta di Lingue e Culture per la Mediazione Interculturale.
“Ritengo che questa iniziativa sia molto importante in quanto serve a preparare una figura professionale che è molto sentita in ambito giudiziario” - afferma la dott.ssa
Sara Maiore – una delle docenti del corso.
“Il lavoro linguistico e tecnico del mediatore, tuttavia, sarebbe sterile e dimezzato se non fosse espressione anche di forti e consapevoli sensibilità pedagogiche, sociologiche , etnoantropologiche e psicologiche. Soprattutto quando si rivolge a stranieri immigrati che portano con sé l’eredità di tradizioni culturali molto diverse dalle nostre, con conseguenti modi diversi, se non in alcuni casi opposti, di vedere e giudicare azioni e cose. Il che implica per principio una competenza ermeneutica e traduttiva che non si può presupporre, ma che va promossa e costruita con quell’intelligenza e sensibilità etico-educativa che non si impone all’Altro, ma si sforza di comprenderne le ragioni” prosegue Irene Contini, interprete di lingua inglese e   francese.
Durante il corso verranno affrontati alcuni degli importanti temi legati al settore immigrazione.
Il corso è rivolto a persone che hanno svolto o svolgono attività di interpretazione o mediazione lin- guistica in ambito istituzionale e nei servizi pubblici e offre un percorso formativo professionaliz- zante al termine del quale il partecipante:
avrà cognizione di come svolgere l'interpretariato di trattativa linguistica specializzata fra italiano e un’altra lingua in ambito giudiziario sia per le cause civili che per quelle   penali
Conoscere   la   professione   dell'interprete   attraverso   il   confronto   con   I   professionisti   del   set-
tore  e attraverso le simulazioni pratiche.

STRUTTURA DEL CORSO
Ogni nostro percorso formativo è diverso e comprende almeno il 50% di simulazioni pratiche con la collaborazione dei Giudici del Tribunale Ordinario di Cagliari, della Corte d'Appello di Cagliari, del Tribunale per i MInorenni di Cagliari, della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, dell'Istituto Penitenziario Minorile e dell'Ufficio Servizi Sociali per i Minorenni.
Coloro i quali si distinguono per le loro caratteristiche personali e professionali, vengono scelti per un tirocinio pratico presso gli Enti Giudiziari di minimo ore 12, durante le udienze civili e penali. Il tirocinio finale è riservato ai soci di Alfabeto del Mondo e agli studenti che, a giudizio insindacabile dei docenti si siano distinti per motivazione, puntualità, serietà e professionalità.
In collaborazione con la Facoltà di Lingue e Culture per la Mediazione Linguistica è consentita la frequenza gratuita da parte di uno studente meditevole, per gli altri studenti è stata prevista una quota scontata. Gli altri partecipanti verseranno una quota di autofinanziamento per contribuire alle spese di organizzazione e gestione.
I seminari si terranno a Cagliari presso la sede dell'Associazione in via Alghero 13 primo piano. Per il regolamento consultare il sito
www.alfabetodelmondo.it; email a lt info@alfabetodelmondo.it; telefono 3474103290, 3476967346. Le iscrizioni verranno accolte secondo l'ordine di arrivo fino all'esaurimento dei posti disponibili.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu